GIM - BEN: GIOVANI IN MOVIMENTO - BEST ENERGY NETWORK

Luogo: Pesaro, Italia

Data del progetto: 31 Marzo - 30 Settembre 2021

Tema: Progetto rivolto ai giovani dai 16 ai 35 anni che verrà svolto nell’ATS 1 di Pesaro che coinvolge 8 Comuni (Gabicce Mare – Gradara – Mombaroccio - Monteciccardo - Montelabbate – Pesaro – Tavullia – Vallefoglia). Il tema è quello dello sviluppo delle competenze, dell’acquisizione di consapevolezza e conoscenza di sé, come strumenti di prevenzione del fenomeno delle nuove dipendenze e come sostegno alla creatività e al talento dei giovani.

Descrizione:

GIOVANI IN MOVIMENTO è un attivatore di percorsi, una vetrina per progettualità esistenti e di nuova nascita, che trovano avvio nel progetto e che, per buona parte, proseguono “con le proprie gambe”.

 

Rivolto ai giovani dai 16 ai 35 anni, verrà svolto nell’ATS 1 di Pesaro che  coinvolge 8 Comuni (Gabicce Mare – Gradara – Mombaroccio - Monteciccardo - Montelabbate – Pesaro – Tavullia – Vallefoglia).

 

Il progetto nasce da un tavolo di lavoro che ha visto l’ATS confrontarsi con le associazioni giovanili partner sul tema dello sviluppo delle competenze, l’acquisizione di consapevolezza e conoscenza di sé,  come strumenti di prevenzione del fenomeno delle nuove dipendenze e come sostegno alla creatività e al talento dei giovani. Il tavolo di lavoro è stato indetto per cercare di riassumere quanto emerso dalla valutazione delle attività promosse a favore dei giovani del territorio negli ultimi anni, cercando di evidenziare quali fossero le pratiche e le azioni possibili nel prossimo futuro. Un bisogno importante, emerso nell’incontro con i giovani, è stato quello di poter ottenere un supporto alla definizione e promozione delle loro competenze: delle azioni mirate che li accompagnassero in percorsi di crescita individuale, sviluppo della capacità critica e promozione della socialità e dell’aggregazione. Da questo confronto si è cercato di definire un nuovo modello di partecipazione attiva che mettesse a confronto i giovani con soggetti chiave portatori di competenze e capacità di indirizzo. In particolare abbiamo cercato di coinvolgere altri giovani testimoni di esperienze positive, capaci di ispirare percorsi di confronto e crescita personale. 

 

L' obiettivo generale si realizza puntando sui nuovi processi di partecipazione e condivisione. Non più attività intese come servizi, ma azioni che puntano sul confronto, il protagonismo e la condivisione. Il progetto mira a realizzare proposte positive e d’incontro, favorendo la circuitazione di idee, competenze e abilità personali, valorizzando i luoghi d’incontro ma anche attivando collaborazioni con progetti e reti già in essere, in maniera da qualificare ulteriormente le azioni promosse dai giovani stessi e strettamente connesse con il proprio territorio.

Per questo parte delle azioni si collocano all’interno di contenitori sia fisici che virtuali cha già posseggono riconoscibilità e autorevolezza da parte dei giovani. Le azioni previste dal progetto cercano, poi, di rispondere complessivamente al bisogno di formazione ed indirizzo agendo sui molteplici aspetti e sulle differenti fasce di età che richiedono diversi tipi di approcci e soluzioni. Per questo il progettovuole realizzare una serie di interventi che riteniamo efficaci anche singolarmente, ma che acquisiscono un carattere strategico nella loro unità.

Il progetto vuole agire su due aspetti: lo sviluppo e la promozione delle competenze e il rilancio dei contesti

Considerando la situazione di partenza che, testimonia l’effettiva necessità da parte dei target individuati di un sostegno alla propria creatività ed un indirizzo al proprio impegno, vogliamo definire un intervento che abbia la capacità di accogliere le loro istanze ed indirizzare le loro passioni.A fine progetto quello che vogliamo raggiungere è un effettivo impiego e risultato delle loro competenze, favorendo anche la giusta informazione e la conoscenza dei canali che possano facilitarli nella realizzazione dei loro progetti. Il progetto permetterà di attivare nuovi percorsi territoriali e consolidare esperienze già esistenti, tutte destinate a creare contesti di confronto ed aggregazione. I giovani destinatari saranno inseriti in un contesto di rete dove, verranno create opportunità a più livelli, sia di fruizione che di partecipazione attiva. 

Il principale beneficio è quello di offrire alternative ai percorsi di devianza o dipendenza, agendo sugli elementi positivi della crescita personali e dei contesti formativi, specialmente di carattere informale e “tra pari”. Inoltre, la natura diffusa delle attività e le connessioni generate dal lavoro di rete, permetteranno di animare anche i contesti “meno prioritari” come quelli periferici.

In un progetto che investe un periodo di tempo di soli 6 mesi, abbiamo cercato di convogliare al meglio le energie e le competenze già attivate in molte delle progettualità degli attori coinvolti, valorizzando competenze, percorsi e reti già attive. Anche nella composizione del gruppo di lavoro (e quindi nel partenariato di progetto) abbiamo cercato non solo di rappresentare un’importante fetta di territorio ma, soprattutto, di coinvolgere quelle realtà che ritenevamo più sensibili e coinvolte nei temi del bando. Per questo il progetto vede, a fianco dell’ATS nr.1, il coinvolgimento di 5 associazioni giovanili che operano su un territorio mediamente ampio potenzialmente capace di coinvolgere tutti i Comuni dell’ATS 1, e che hanno già sviluppato processi di collaborazione e strategie di rete.

 

 

© Artistiko Web Agency

?>